FAQ - TUTTO CIò CHE AVRESTI VOLUTO CHIEDERMI IN POCHE DOMANDE E VELOCI RISPOSTE

QUAL È IL TUO STILE FOTOGRAFICO?

Faccio prevalentemente reportage fotogiornalistico matrimoniale. Questo stile fotografico non prevede pose e si rivela sempre molto narrativo, aiutando a raccontare, nella maniera più naturale e spontanea, tutti gli aspetti del vostro meraviglioso matrimonio. Non sono solito guidare gli sposi durante la giornata, che deve essere solo loro e non dei professionisti che vi presenziano. 
Anche se ultimamente non disdegno dedicare una piccola seduta di qualche scatto, magari al crepuscolo, per poter curare maggiormente l’estetica dei soggetti ritratti, senza che però questi vivano con disagio il momento. Pensate al fatto che queste foto le vedranno i vostri figli ed i figli dei vostri figli... non vi viene voglia di potervi fare raccontare al meglio?

LAVORI SOLO IN CALABRIA ?

No, sono disponibile in tutta Italia e all’Estero. Sono Calabrese, ma negli ultimi anni ho deciso di vivere buona parte dell’anno a Roma. Questo per più fattori: in primis per lasciarmi ispirare dalla più bella città del mondo, dove arte e cinema l’hanno sempre fatto da padrone. Secondariamente perché - logisticamente - ho modo di poter allargare il giro della mia clientela e raggiungere location molto più rinomate, nel Lazio, come nella Toscana, così per la Campania e per la Puglia. Altrettanto anche per i viaggi/lavoro internazionali, avendo vicino casa l’Hub aeroportuale più importante in Italia: Fiumicino.

COME FACCIO A PRENOTARTI PER IL MIO MATRIMONIO?

Niente di più semplice! Basta inviarmi una mail a contatti@gisko.info, oppure mandando una richiesta qui nella sezione “contatti” del sito. In entrambi i casi vi contatterò prima possibile per poter fissare un appuntamento, che sia telefonico, via Skype o di persona.

QUANTO TEMPO PRIMA DEVO CONTATTARTI?

Non ho a disposizione una statistica certa, ma ultimamente il mio lavoro è aumentato tantissimo. Di conseguenza sarebbe bene riuscire a prenotare la propria data almeno 12 mesi prima, sopratutto se si tratta di sabato e di venerdì. Sono i giorni più opzionati dai futuri sposi, e così di conseguenza quelli più difficili da accaparrarsi. Ma niente paura, sentendoci telefonicamente potremo trovare assieme la data più consona alle vostre esigenze. 

VENGO MALE IN FOTO, COSA DEVO FARE?

La fotografia, così come tutte le arti visive necessità di una strategia alla base. Così sarebbe ideale poter lavorare con i futuri soggetti ad una sessione di “engagement” che anticipa quella del matrimonio. In questo modo avrei l’opportunità di studiare a fondo la fisionomia dei soggetti e la relativa fotogenia, potendo quindi garantire risultati eccellenti per la riuscita del servizio del vostro matrimonio

QUANTO È IMPORTANTE AVERE DELLE BUONE LOCATION NELLA RIUSCITA DEL MATRIMONIO?

Così come la cornice nobilita il quadro, altrettanto i luoghi servono per poter migliorare l’estetica e la narrativa all’interno dello spazio visivo di una fotografia. Le scale cromatiche, i dettagli, le sfumature, sono elementi che aiutano a rendere tutto più armonioso, soprattutto rispetto ai gusti classici di un matrimonio italiano. Perciò consiglio sempre di avvalersi di una struttura curata nei minimi particolari, magari grazie al servizio di wedding planner e fioristi/ allestitori di livello. 

DI QUANTO TEMPO NECESSITIAMO PRIMA DI DARTI UNA RISPOSTA?

Del minor tempo possibile, massimo una settimana. Questo perché ricevo molte richieste anche per la stessa data e perciò dovrò affidarla alla coppia che si garantisce per prima la sottoscrizione contrattuale. 

FAI ANCHE LE FOTO DI GRUPPO?

Assolutamente si. Anche se non pubblico mai classifiche foto di gruppo, le considero tra le più importanti! Questo perché mi rendo conto di quanto sia prioritario per i miei clienti vedersi (e rivedersi nel tempo) accanto alle persone che contano veramente. Perciò mi accerterò, sempre con discrezione, che accanto ai futuri sposi non manchi mai nessuno tra i parenti e gli ospiti più importanti.

IN QUANTI SARETE AL GIORNO DEL MATRIMONIO. 

Da solo o al massimo con un collaboratore. Preferisco muovermi in autonomia, anche se con maggiori sacrifici, garantendo così un minor disturbo alla coppia che mi ospita.
Una cortesia che chiedo ai miei sposi è che si accertino di destinare un tavolo anche a me ed eventualmente a chi collabora con me. È molto importante avere uno spazio dove poter recuperare un po’ di energie per me e per la mia attrezzatura. 

POTRESTI OCCUPARTI ANCHE DEL VIDEO DEL NOSTRO MATRIMONIO?

Certo, anche se indirettamente. Un bravo fotografo deve fare fotografie, perché le due discipline, per quanto similari, non dovrebbero essere proposte in un unico pacchetto. Per questo mi avvalgo della collaborazione di professionisti seri e in linea con il mio stile fotografico, per garantire comunque continuità tra il mio lavoro fotografico e il video del vostro matrimonio.

FAI ANCHE QUALCHE RITOCCO CON PHOTOSHOP?

Assolutamente no! Non è uno stile che mi appartiene e che non dovrebbe appartenere ai fotografi reportagisti. I ritocchi sono più consoni ai servizi editoriali, dove di contro gli sposi dovrebbero prestarsi in posa come dei potenziali modelli. 
Lo stile reportagistico, invece, deve raccontare più possibile la realtà delle cose, mettendo in evidenza gli aspetti emozionali della giornata. Certo, non bisogna mai sacrificare l’estetica dei soggetti, ma trovare un esatto punto di incontro tra realtà ed aspettativa. 

QUANTO SPENDERÒ PER IL MIO MATRIMONIO?

Il budget è un fattore fondamentale, sopratutto negli ultimi anni. Per questo cerco di proporre diverse soluzioni che vadano incontro alle diverse esigenze dei vari miei futuri clienti. Perché ognuno ha un piano di spesa e sarà fondamentale per me soddisfarli sotto questo aspetto. 
Ciò che invece raccomando con grande attenzione è la possibilità di affidarvi al fotografo che più si avvicina ai vostri gusti e alle vostre aspettative. Perché è tutto “one shot” e non ci sarà occasione di poter migliorare ciò che non vi ha assolutamente soddisfatto. 

QUALI SONO I TEMPI DI CONSEGNA?

I periodi possono essere assolutamente diversi: si può andare dai due ai sei mesi, perché ciò dipenderà dalla data nel quale il servizio sarà effettuato. Di solito i più fortunati sono i clienti di Aprile e Maggio, perché ho già finito di consegnare i matrimoni dell’anno precedente ed avrò più tempo da dedicare ai primi matrimoni della stagione. 

QUANTE SONO LE FOTOGRAFIE CHE CONSEGNERAI?

Non esiste un numero esatto di fotografie, ma in dieci anni di professione posso sinceramente proporre tre soluzioni, in base al proprio budget. Un matrimonio sono solito raccontarlo in 170-200 fotografie, inserendo tutti i momenti più rappresentativi della giornata. Questo di solito è il pacchetto “base”, ma considero altre soluzioni nella quale consegno circa 600/700 foto e addirittura una terza ipotesi nella quale consegno tutti i miei scatti: 4000/5000. 

POTRO’ SCEGLIERE L’ALBUM?

Naturalmente sì, io mi avvalgo delle migliori forniture sul mercato, in particolare con l’azienda Epoca Album. Questi album sono meravigliosi, curati in ogni dettaglio e differiscono per qualità di stampa. Sono solito inviare qualche catalogo all’interno del preventivo, per potersi fare una idea, ma in sede di incontro i miei futuri clienti potranno visualizzare i miei campionari presenti in studio.